Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 posticipati al 2021

I Giochi delle XXXII Olimpiadi, originariamente in programma tra il 24 luglio e il 9 agosto 2020 a Tokyo, verranno “riprogrammati in una data successiva al 2020 ma non più tardi dell’estate del 2021".

I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 sono stati posticipati, come annunciato dal Comitato Olimpico Internazionale e dal Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 martedì (24 marzo).

Originariamente in programma tra il 24 luglio e il 9 agosto 2020, i Giochi sono stati spostati all’anno prossimo a causa della situazione globale che si sta sviluppando a causa della pandemia dovuta al virus Covid-19. Il nome resterà Tokyo 2020.

L’annuncio arriva 122 prima della Cerimonia di Apertura inizialmente programmata nel nuovo Stadio Nazionale della capitale giapponese.

Un comunicato congiunto CIO-Comitato Organizzatore Tokyo ha spiegato che a seguito delle informazioni ricevute dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, “il Presidente del CIO e il Primo Ministro del Giappone sono giunti alla conclusione che i Giochi delle XXXII Olimpiadi di Tokyo dovranno essere riprogrammati per una data successiva al 2020 ma non più tardi dell’estate del 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutte le persone coinvolte della comunità internazionale"

L’annuncio aggiunge:

"I leader sono d’accordo sul fatto che i Giochi Olimpici di Tokyo possano rappresentare una speranza per il mondo in questo periodo difficile e che la fiamma olimpica possa essere vista come la luce alla fine del tunnel in cui il mondo si ritrova in questo momento. Perciò è stato deciso che la torcia olimpica resterà in Giappone. Si è anche deciso che i Giochi conserveranno il nome di Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020."

Tutti gli altri eventi prova Ready Steady Tokyo di quest’anno sono cancellati. La maratona, spostata a Sapporo per il caldo di Tokyo, rimarrà a Sapporo.

Parlando fuori dalla sua residenza ufficiale, il primo ministro giapponese Abe Shinzo ha detto: “Insieme al Presidente di Tokyo 2020 Mori Yoshiro e al Governatore di Tokyo Koike Yuriko, abbiamo avuto una conference call con il Presidente del CIO Thomas Bach.

“Ho proposto di posticipare i Giochi di circa un anno. Il Presidente Bach era d’accordo al 100%.

“Considerando la situazione della pandemia siamo d’accordo che sarebbe stato difficile organizzare i Giochi quest’anno, così abbiamo deciso di posticiparli di circa un anno”.

Il presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 Mori ha aggiunto: “Siamo tutti d’accordo sul fatto che salute e sicurezza degli atleti siano la priorità in questo momento.

“Partendo da questo punto, e considerando  la situazione in costante peggioramento a livello globale, siamo d’accordo sul fatto che organizzare i Giochi per luglio di quest’anno - o quest’anno in generale - sia diventato impossibile e non abbiamo avuto altre scelte se non quella di posticipare.

“Il CIO, Tokyo 2020, il governo giapponese e quello metropolitano di Tokyo, insieme ad altre istituzioni hanno deciso di organizzare Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo entro l’estate del 2021”.

Ha poi aggiunto che la staffetta della torcia verrà sospesa, ma che la fiamma olimpica resterà a Fukushima, dietro suggerimento del primo ministro.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!